Sogni mancati

Curva di rondine
mi lusingasti una volta,
bello il tuo corpo
alla luce e al sole.
In quelle tante bugie
trovasti un pretesto
per poi
farmi restare in attesa,
nello stesso luogo:
consumandomi un po' alla volta.
Non saprò mai 
un filo di verità
di tanta poca grazia.
Povero figlio,
hai finito di essere
il mio miraggio,
mi riprenderò
tutti i miei sogni mancati.

© Adriana Mirando (immagine presa dal web, grazie a Loui Jover)